Home » SOCIETÀ

SOCIETÀ

  • La pena di morte resta in 42 paesi

    08/08/2011 12:52

    Nel 2010 oltre 5800 esecuzioni: la pena di morte resta in 42 paesi Rapporto 2011 “La pena di morte nel mondo” di “Nessuno tocchi Caino”. Sono 155 i paesi al momento che hanno deciso per legge o in pratica di abolirla. Nel corso del 2010, i paesi che hanno fatto ricorso alle esecuzioni capitali sono stati almeno 22. Redattore sociale

  • Burqa e niqab vietati in luoghi pubblici: approvato il testo in Commissione

    03/08/2011 13:37

    Divieto di burqa e niqab nei luoghi pubblici, con pene fino a 500 euro per chi li indossa. E poi, carcere fino a un anno, multe fino a 30 mila euro e niente cittadinanza per gli stranieri che obbligano le donne a portare il velo integrale, macchiandosi del nuovo reato di "costrizione all'occultamento del volto".

  • Gli alluvionati di Puglia e Basilicata al Capo dello Stato: «Non dimenticateci»

    L'alluvione nelle zone joniche

    29/07/2011 19:23

    Dopo otto giorni di sciopero della fame, il comitato per la difesa delle terre joniche incontrerà domani a Matera (9,15 – Comune) e a Taranto (ore 12 - Provincia) i giornalisti per fare il punto ed annunciare le prossime iniziative. Il Comitato ha dato il via a una petizione sul web al Presidente Napoletano con una lettera che può essere direttamente inviata dal sito www.terrejoniche.net per chiedere il sostegno del Capo dello Stato agli alluvionati di Puglia e Basilicata.

  • In terra di camorra un vero attacco ai beni confiscati

    28/07/2011 19:25

    In terra di camorra, fuori dai riflettori, accadono pressoché in contemporanea fatti che è inquietante collegare fra loro, anche se la somma di indizi impedisce di parlare di casualità. E' in atto un attacco vero e proprio ai beni confiscati il cui utilizzo si è trasformato in intervento sociale sul territorio. Tutto è cominciato con l’elezione di alcuni sindaci dell’area del casertano. di Stefano Galieni

  • Migranti, arriva il test obbligatorio d'italiano

    28/07/2011 17:08

    Arriva il test di italiano per gli stranieri. Chi ottiene un punteggio basso, però, rischia di venire espulso e dover tornare nel proprio paese. Il Consiglio dei ministri ha approvato il provvedimento che istituisce un "accordo di integrazione" tra i migranti e lo Stato italiano.

  • Minori romeni, il dramma della migrazione

    27/07/2011 15:55

    Il peso di un viaggio della speranza si scarica soprattutto sui bambini. L'abbandono del paese di origine, il soggiorno in una nazione straniera e l'eventuale ritorno in patria possono lasciare segni indelebili nella psiche dei più piccoli. Per questo la Direzione generale Giustizia della Commissione europea ha finanziato con 300 mila euro lo studio “Children's rights in action. Improving children's rights in migration across Europe”, dedicato in particolare ai piccoli migranti di origine romena.

  • “LasciateCIEntrare”, contro Maroni i deputati varcano le soglie dei Cie

    26/07/2011 14:04

    Da Gradisca D’Isonzo a Trapani, passando per Torino, Milano, Bologna, Roma, Bari, Crotone in contemporanea molti parlamentari delle opposizioni hanno ieri varcato le soglie dei centri di identificazione ed espulsione, sono entrati oltre le sbarre per riprendere l’invito lanciato loro dai giornalisti “LasciateCIEntrare”. di Stefano Galieni

  • L'Italia reale pensa al lavoro, quella televisiva solo al "gossip"

    25/07/2011 17:16

    Da una parte c'è la disoccupazione e la qualità dei servizi, dall'altra, la politica e la criminalità. In Italia, la percezione della realtà da parte dei cittadini e la rappresentazione di quella stessa realtà fornita dalla televisione sono sempre più distanti. Secondo l’ultimo aggiornamento dell’Osservatorio europeo sulla sicurezza curato da Demos&P, Osservatorio di Pavia e Unipolis, insomma, ci sono due "Italie" lontane anni luce: quella dei cittadini e quella dei telegiornali.

  • Tagli, chiudono i centri antiviolenza. «Le donne resteranno senza assistenza"

    21/07/2011 15:53

    Nel silenzio mediatico più assoluto i tagli metteranno in ginocchio le strutture da Messina a Belluno soffocate dai debiti per i tagli e per l’assenza totale di finanziamenti già stanziati, nel silenzio assoluto di mass media nazionali e senza alcun intervento da parte delle istituzioni per salvare strutture che da anni sostengono donne e minori vittime di ogni tipo di violenze. In una lettera inviata al ministro Carfagna la denuncia dell'associazione D.i.Re di Redattore Sociale

  • Un paese da mille euro al mese (in due)

    16/07/2011 14:30

    Scene di macelleria sociale: è questo il quadro che disegna l'Istat nel suo rapporto annuale sullo stato della povertà, relativa ed assoluta, in Italia nel corso del 2010. A star male, molto male, non sono soltanto i ceti situati nei gradini più bassi della scala sociale, e che rientrano a pieno negli indici statistici che delineano la cosiddetta "povertà assoluta", ma ormai anche le classi medie che vedono progressivamente eroso il loro potere d'acquisto e avvalersi di prestazioni e servizi sociali. di Paolo Persichetti

Pagina 19 di 62

Naviga tra le pagine

  1. 9
  2. 10
  3. 11
  4. 12
  5. 13
  6. 14
  7. 15
  8. 16
  9. 17
  10. 18
  11. 19
  12. 20
  13. 21
  14. 22
  15. 23
  16. 24
  17. 25
  18. 26
  19. 27
  20. 28
  21. 29

Cerca in Liberazione.it

Archivio del giornale

Multimedia

  • foto