Home » SOCIETÀ

SOCIETÀ

  • L'impresa del comunismo non merita abiure

    di Dino Greco

    30/11/2011 08:15

    Lucio Magri ha deciso di andarsene così, mettendo fine ad un lungo periodo di autoisolamento e ormai irreversibile depressione. E noi non proveremo neppure ad indagarne le personalissime ragioni, che

  • L'ultimo viaggio di Lucio

    di Tonino Bucci

    30/11/2011 08:05

    Ci farà discutere e pensare, e a lungo. Soprattutto per il modo in cui Lucio Magri, tra le menti più lucide nella storia della sinistra italiana, ha scelto di morire. Difficilmente un paese come il nostro, nel quale malafede e ipocrisia vanno a braccetto, può accettare la scelta di un uomo di finire la sua vita in Svizzera, in una clinica specializzata nel suicidio assistito. di Tonino Bucci Fausto Bertinotti: “Un eretico ortodosso" intervista di Vittorio BonanniL'impresa del comunismo non merita abiure di Dino Greco

  • Mohamed, il ragazzo tunisino che vigila sul voto e finisce rinchiuso in un Cie

    25/11/2011 16:07

    «Ci hanno tolto le scarpe e lasciato in ciabatte anche se pioveva e avevamo i piedi sempre bagnati. Ci hanno lasciati al freddo – racconta – la scorsa settimana due ragazzi hanno tentato il tutto per tutto, si sono costruiti dei cappi da mettere al collo, il primo con una corda». Mohamed è rinchiuso nel Cie di Ponte Galeria a Roma. Vive in Italia da molto, ha lavorato regolarmente ed è in attesa del rinnovo del permesso. Nel frattemposi è dato da fare nel percorso di democratizzazione del proprio paese. Per le elezioni della assemblea costituente che si sono svolte il nell’ottobre scorso, era stato nominato fra i responsabili del controllo sullo svolgimento delle operazioni di voto.

  • Paolo Ferrero: “Domani saremo in piazza con il popolo dell'acqua"

    25/11/2011 14:31

    «I referendum hanno detto chiaramente che i cittadini italiani sono contro la privatizzazione dell’acqua. Cosa aspetta il governo italiano a tradurre in legge questa elementare decisione del popolo?

  • Casignana, Calabria: percolato e rifiuti tossici. Il giro di interessi sulla discarica che uccide il territorio

    24/11/2011 18:33

    Fino a qualche giorno fa, c’erano anche mucche, capre e pecore a pascolare indisturbate fra tonnellate di rifiuti pericolosi e non, stoccati alla meglio in un’area adibita a discarica a Casignana,

  • Malapolizia. Ovvero, quanto, come e perché aver paura di essere protetti

    21/11/2011 15:29

    Qualcuno leggendo il termine malapolizia potrebbe storcere il naso. Il prefisso “mala”, che posto prima di una parola la connota negativamente, invertendone il significato, è sempre utilizzato per parlare di sanità che non funziona, di pubblica amministrazione imbarbarita dalla burocrazia, di politica inefficace, di tutto ciò che a livello istituzionale non funziona come dovrebbe. Difficilmente abbiamo visto il prefisso «mala» davanti alla parola «polizia», per indicare quei tutori dell'ordine che abusano dei propri poteri, abbandonandosi alla brutalità e alla violenza. Il crescente numero di morti per mano delle Forze di Polizia parla chiaro: esiste un fenomeno di devianza poliziesca, è ormai sotto gli occhi di tutti. Non esistono dati istituzionali né rilevamenti analitici interni ai vari corpi di polizia, ma tali carenze chiunque può compensarle leggendo le cronache o i pochi e preziosi studi specialistici.

  • Le 10 proposte precarie per salvare il Paese e una generazione

    21/11/2011 14:05

    La richiesta di un confronto con istituzioni e Governo dell'Assemblea Nazionale "Liberiamoci della Precarietà" Il 19 e il 20 Novembre, si è tenuta a Roma l'assemblea nazionale “liberiamoci della precarietà” promossa dal comitato “il nostro tempo è adesso | la vita non aspetta”. Centinaia di giovani, attivisti di coordinamenti, associazioni, reti di lavoratrici e lavoratori precari si sono incontrati per discutere della propria condizione di precarietà e di come liberarsene.

  • Agli studenti non piacciono le banche

    17/11/2011 13:28

    In tutta Italia gli studenti si sono messi in corteo. Lo hanno fatto con un chiaro segno che sfugge anche a molta sinistra: le banche e la finanza sono il problema, un loro governo di certo non è la soluzione. Quasi 60 città sono scese in piazza e in questo appuntamento internazionale hanno indicato chiaramente qual è la portata e quali saranno gli effetti di questa "ubriacatura tecnica" che ha preso gran parte dell'opinione pubblica. Non che non si gioisca del termine della disastrosa comagine di governo, ma il presente non inquieta di meno gli studenti. Uova, fumogeni e scritte hanno caratterizzato alcuni dei cortei che sono stati caricati come a Milano, Torino e Palermo: Presi di mira o semplicemente indicati alcuni simboli delle istituzioni finanziarie, la Bocconi a Milano, Banca d'Italia, Unicredit. segui la diretta su globalproject

  • I draghi ribelli, il Tesoro e la Roma surreale di Alemanno

    11/11/2011 23:02

    Un film surreale. Come altro definire la giornata di oggi nella capitale, dove un ingente schieramento di forze dell'ordine ha circondato e tenuto in ostaggio circa duecento "draghi ribelli" che si erano dati appuntamento oggi per #occupyiltesoro. Una sfida ai divieti del sindaco romano Gianni Alemanno, una sfida ala dittatura della finanza e all'insediamento di Mario Monti (ex advisor della Goldman Sachs) alla guida di un governo tecnico. Già dall'inizio si è capito che si respirava un'aria pessima con i manifestanti circondati e l'identificazione di chi tentava di raggiungere il luogo dell'appuntamento.

  • Roma, #occupyatac. Blitz dei movimenti a un deposito dell'Atac

    10/11/2011 16:35

    In risposta allo sgombero il 1 novembre dell'ex deposito Atac di San Paolo dove vivevano oltre 20 famiglie e al divieto di tenere un'assemblea pubblica in Campidoglio lunedì 14, questa mattina decine di attivisti e di occupanti hanno occupato uno dei 14 depositi della capitale a viale del Policlinico 135. Una risposta dovuta a chi tratta il problema esplosivo dell'emergenza casa e delle lotte per l'abitare, per il welfare, per i diritti come un mero problema di ordine pubblico e continua a non dare risposte politiche arroccandosi dentro fortini del potere vietando cortei, manifestazioni o pubbliche assemblee con la cittadinanza come quella di lunedì 14.

Pagina 15 di 62

Naviga tra le pagine

  1. 5
  2. 6
  3. 7
  4. 8
  5. 9
  6. 10
  7. 11
  8. 12
  9. 13
  10. 14
  11. 15
  12. 16
  13. 17
  14. 18
  15. 19
  16. 20
  17. 21
  18. 22
  19. 23
  20. 24
  21. 25

Cerca in Liberazione.it

Archivio del giornale

Multimedia

  • foto