Home » CULTURA

CULTURA

  • Con Tuorlo torna in scena la Cooperativa Sociale Superdiverso

    A Roma da oggi fino al 6. Una pièce di Luciana Lusso e del noto sceneggiatore Enzo Ungari, prematuramente scomparso

    03/06/2013 17:24

    Il pezzo è il risultato di uno studio realizzato nell’ambito del Progetto Superdiverso, sostenuto da Roma Capitale (Assessorato alla promozione dei servizi sociali e della salute), appunto con gli attori e i danzatori abili e diversamente abili della cooperativa. Al Teatro SalaUno.

  • Saggio: Dal nazionale-popolare al globale populista

    30/05/2013 18:38

    Controriforma, Restaurazione e fascismo hanno segnato in profondità la storia culturale e civile d’Italia. Cosmopolitismo e localismo degli intellettuali. La cultura popolare e il ruolo del Pci nel dopoguerra. Partiti e «società incivile», ieri e oggi.

  • "Tuorlo", elogio della diversità

    29/05/2013 17:13

    Uno spettacolo di Luciana Lusso e dello scomparso Enzo Ungari, nell'ambito del progetto Superdiverso, con attori e danzatori abili e diversamente abili. «Tuorlo rappresenta il codice altro che la società non può codificare e allora lo vuole correggere». A Roma dal 4 al 6 giugno. video

  • Franca Rame, una lunga vita dalla parte dei giusti

    Questa mattina è deceduta l'attrice milanese, già senatrice della Repubblica, e compagna di vita di Dario Fo

    29/05/2013 13:10

    Nata da una famiglia di attori, aveva fatto del teatro e dell'impegno politico e sociale una ragione di vita. Nel 2006 viene eletta nelle fila dell'Idv ma si dimette due anni dopo per i forti dissensi nei confronti del suo gruppo e del governo.

  • Il “Piccolo Antonio” se n'è andato

    E' morto Little Tony, emblema della musica leggera italiana degli anni '60 ispirata al rock

    28/05/2013 18:26

    Antonio Ciacci se ne è andato. Il “Piccolo Antonio”, rimane a testimonianza di una stagione della musica italiana in cui il disimpegno, il senso della musica pop, era celebrato da canzonette, legate ai piccoli supporti in vinile, i 45 giri.

  • Il ministro Bray: "Mai più un caso Pompei".

    24/05/2013 10:45

    Lo dice il ministro dei Beni culturali in audizione alle Commissioni di Camera e Senato. ''Mi impegno a razionalizzare le risorse e a cercare i fondi per ridare al Mibac la dignità che merita. Ma se guardo ai dati sui fondi del Mibac capisco che di casi Pompei ne potrebbe succedere uno al giorno''.

  • La cultura chiede investimenti non le chiacchiere del ministro Bray

    20/05/2013 18:06

    Le prime dichiarazioni del nuovo ministro per i Beni e le attività culturali Massimo Bray, in occasione della 26/ma edizione del Salone internazionale del libro di Torino sembrerebbero a prima vista, piene di buone intenzioni, se non fosse appunto che di buone intenzioni è lastricata la via per l’inferno. E comunque restano appunto “intenzioni”, perché il nuovo ministro non si è impegnato nella sostanza su nulla. Né pare aver bene compreso la gravità della situazione in cui è stata ridotta in questi ultimi anni la produzione di cultura e di sapere nel nostro paese.

  • Dopo il licenziamento, Minoli attacca la Rai.

    17/05/2013 13:17

    "La storia siamo noi non è più nei palinsesti", questa è la verità". Lo dice Giovanni Minoli all'Ansa dopo le parole del dg Rai. "La Rai - prosegue - può fare quello che vuole, ma non si dicano bugie". "Io non ho chiesto niente e non ho ricevuto nessuna proposta. Forse Perina (che aveva accusato Minoli di nutrire pretese economiche eccessive per un lavoro che altri potrebbero fare meglio, ndr) vuole preparare la strada a qualche camerata amico suo".

  • La Rai cancella "La storia siamo noi". Troppo intelligente, troppo utile.

    16/05/2013 17:36

    Cessa forzatamente di esistere una trasmissione chiave del servizio pubblico: in dodici anni ha rievocato numerosi episodi del passato. L'anno scorso aveva vinto a New York l'History Makers International. Minoli: "Non commento".

  • Chi brucia libri, brucerà anche gli uomini

    80 anni fa il rogo di Berlino, lugubre cerimonia con cui il nazismo incenerì i testi scomodi

    10/05/2013 13:02

    80 anni fa il rogo di Berlino, lugubre cerimonia con cui il nazismo incenerì i testi scomodi. Radio 3 propone di adottare libri e autori che vennero arsi. Ma la censura oggi non usa più il fuoco

Pagina 6 di 31

Naviga tra le pagine

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. 6
  7. 7
  8. 8
  9. 9
  10. 10
  11. 11
  12. 12
  13. 13
  14. 14
  15. 15
  16. 16
  17. 17
  18. 18
  19. 19
  20. 20

Cerca in Liberazione.it

Archivio del giornale

Multimedia

  • video

    La presenza e l'eredità di Chavez nel nuovo Venezuela

  • foto

  • video

    Il saluto di Tsipras alla Direzione del Prc